mar, 27 febbraio 2024

Vetrina Appuntamenti:

Viaggio / Vacanza / Ritiro
Dal  23/03/2024  al  24/03/2024
Hatha (yoga)
Fara in Sabina (RI)
Lazio

Notizie in evidenza:

Pubblicazioni e Saggi
Marisa Paschero
"Il simbolo grafico,col quale si rappresenta ogni pianeta, non è privo di interesse :è analizzabile, così come lo è una scrittura.E’ interessante dedicarsi a una ‘grafologia’ del simbolo planetario,che ce ne possa svelare il contenuto." André Barbault Per cominciare a conoscere i segni, i simboli e i glifi di cui parleremo nel libro è necessario familiarizzare con le suggestioni evocative che provengono dalle forme scrittorie di base, che a loro volta concorrono alla formazione delle “immagini grafiche” degli archetipi planetari. Tutti i simboli che incontreremo, dai più semplici ai più complessi, nascono da sette forme elementari che si ripetono come variazioni del punto e della linea. Alcuni di questi simboli (detti aperti) hanno conservato il loro originario significato esoterico: sono la freccia, la spirale e, “simbolo dei simboli”, la croce. Altri simboli (detti chiusi) riproducono forme geometriche, e come tali vengono utilizzati nella magia rituale per la costruzione di sigilli. Altri simboli ancora (detti composti) sono formati da due o più disegni di base. Rappresentano figure più complesse che, sovrapponendosi ed ampliandosi, danno vita ad un vero e proprio linguaggio : i glifi planetari (e anche le lettere dell’alfabeto) possono essere considerati come simboli composti. In particolare, per quanto riguarda i glifi planetari, semplificando possiamo dire che derivano dalla combinazione di tre segni fondamentali corrispondenti alla triade esoterica: il cerchio dello spirito, il semicerchio dell’anima, la croce della materia, a sua volta formata da una linea verticale che rappresenta la mente, e da una linea orizzontale che rappresenta il corpo. Come suggerisce l’astrologo André Barbault : “Occorrerebbe approfondire passo passo la storia delle rappresentazioni grafiche dei simboli planetari, dalle rune scandinave fino alle trasformazioni tipografiche del Rinascimento che ci hanno dato poi le attuali forme”. Il testo è tratto da "Grafologia planetaria. I simboli dell'Universo nella scrittura" di Marisa Paschero. Il capitolo 7 è dedicato ad osservare come le tracce grafiche elementari e le forme scrittorie di base prendono vita negli ideogrammi zodiacali.
Notizie
Photo: SN
Quello della dopamina è un nome che viene spesso citato nelle conversazioni sulla felicità, la motivazione e la dipendenza. Questo composto chimico è una sorta di messaggero che porta segnali a varie parti del cervello. Segnali che hanno a che fare con l’umore, il sonno, l’apprendimento, la concentrazione e perfino il movimento. Ma il suo ruolo va ben al di là del farci sentire bene: sembra infatti avere una funzione chiave nel renderci adattabili a nuove situazioni. Combinando tecniche di brain imaging con l’assegnazione di compiti specifici a dei soggetti, i ricercatori hanno scoperto che la dopamina, associata sempre alla gratificazione e al piacere, ci aiuta anche a imparare dai nostri errori e a prendere le decisioni più giuste a seconda delle circostanze. In definitiva, la dopamina è profondamente connessa al processo con cui prendiamo delle decisioni, specialmente in quelle situazioni in cui dobbiamo apprendere qualcosa, cambiare comportamento e rielaborare le circostanze con l’arrivo di nuove informazioni.
Pubblicazioni e Saggi
Paolo D'Arpini
Vorrei solo confermare che io uso il termine spiritualità laica, per indicare la sacralità della vita in senso naturalistico, non essendocene altri disponibili. L’ecologia profonda nasce dalla considerazione di questa sacralità, nel senso più antico del nome, quello anche usato nell’antichità matristica per individuare la “presenza viva” nella materia, in forma di Coscienza. Gli stessi pagani usavano il termine “spiritus loci” per definire l’anima del luogo e non solo del luogo in quanto territorio ma pure dei boschi, dei fiumi, degli animali, etc. Io stesso non saprei che altro nome dare a quella “presenza” e siccome il nome originario è “spirito” credo sia più che giusto usare la parola antica piuttosto che cercarne una nuova, come purtroppo hanno fatto i “bioregionalisti” nordamericani rispetto al più antico “panteismo” (tutto è Dio/Dea). Il maluso del termine “spirito” accreditabile alle religioni patriarcali (giudaismo, cristianesimo, islam) non è ragione sufficiente per rinunciarvi, anzi dobbiamo denunciare l’ipocrisia religiosa che addirittura ed inoltre definisce “laico” un credente di una religione che non è “ordinato” nel sacerdozio, mentre sappiamoi benissimo che il significato originario di “laico” è “al di fuori di ogni contesto e struttura politica e religiosa”. Questo discorso potrebbe proseguire all’infinito, inseguendo possibili dettagli, ma vale la pena? Non è meglio ed “ecologicamente” preferibile vivere in comunione con la “presenza” piuttosto che fare discussioni di lana caprina sui termini politicamente corretti secondo il concetto di "copyright"? Non voglio disquisire sul “sesso degli angeli”. Ripetutamente ho spiegato che il significato che io do alla parola “spirito” è quello più remoto e genuino di “intelligenza/coscienza”, la stessa definita Es nella psicologia transpersonale. Possiamo chiamarla “essenza sottile” della materia… da cui si evince che non può esserci separazione fra la materia e lo spirito. Come può esserci separazione fra la rosa ed il suo profumo? Fra l’umidità e l’acqua? Tra il fuoco e la sua capacità di emettere luce e calore? Paolo D’Arpini

Vetrina Profili Pubblici:

Profilo Pubblico
Counseling
Propongo sessioni individuali di sciamanismo, counseling e coaching, psicogenealogia e costellazioni familiari e sessioni di utilizzo delle…
Appuntamenti e corsi:1
Siti web:1
Video:2
Pubblicazioni:0
Profilo Pubblico
Crescita personale
Ricercatrice Spirituale da oltre 20 anni, supporto nello scioglimento di blocchi di varia natura con lo scopo di ritrovare equilibrio ed…
Appuntamenti e corsi:0
Siti web:0
Video:0
Pubblicazioni:0
Profilo Pubblico
Crescita personale
Come nasce il nome del Centro Olistico “Il Laboratorio dell’Anima”? Quando la nostra Anima, il nostro Cuore sono in disarmonia con le…
Appuntamenti e corsi:7
Siti web:2
Video:9
Pubblicazioni:0
Profilo Pubblico
Vibrazionali - Energetiche, Tecniche
Rinascere nel Suono è un Centro di Formazione Suono-Vibrazionale che opera in presenza e online formando da diversi anni Operatori Olistici…
Appuntamenti e corsi:4
Siti web:1
Video:3
Pubblicazioni:0
Profilo Pubblico
Massaggi orientali e occidentali
MIFAIBENE | Salute | Benessere | Relax Massaggio Arts of Touch® | Shiatsu | Riflessologia | Kobido | Yoga | Pranayama Stare bene non…
Appuntamenti e corsi:5
Siti web:1
Video:3
Pubblicazioni:0
Profilo Pubblico
Meditazione
Il mio nome completo in sanscrito è Swami Bodhi Vipal che significa “Momento di consapevolezza”. Mi è stato donato da OSHO, Maestro di…
Appuntamenti e corsi:2
Siti web:1
Video:2
Pubblicazioni:0
Profilo Pubblico
Massaggi orientali e occidentali
Office Massage è un team di professionisti operanti nell'area del Benessere Personale che si è specializzato in interventi aziendali. La…
Appuntamenti e corsi:2
Siti web:1
Video:0
Pubblicazioni:0
Profilo Pubblico
Varie, Argomenti diversi
La nostra associazione mette un focus sulla Creatività quale metodo di approccio a varie discipline, in un ottica olistica che le riunisca,…
Appuntamenti e corsi:7
Siti web:1
Video:1
Pubblicazioni:4

Categorie Siti Web:

Mappa Categorie

Informazione:

Libri, CD, DVD

Il libro delle meditazioni con i fiori

Silvia C. Turrin
L’idea di scrivere “Il Libro delle Meditazioni con i fiori” è nata sulla scia delle molteplici sfide che l’umanità sta affrontando. Conflitti, squilibri economici, crisi climatica e riscaldamento globale alimentano stati d’animo pesanti – come ansia, angoscia, frustrazione, paura e impotenza di fronte ai problemi – nonché pensieri negativi. In una società complessa, dominata da ritmi frenetici e sempre più dipendente dalle tecnologie digitali, per un individuo è essenziale trovare il tempo di decelerare, adottando uno stile di vita improntato a una maggiore consapevolezza di sé e della realtà. Occorre quindi prestare attenzione al proprio corpo e ascoltare i messaggi che ci invia la natura. È necessario ritrovare quella semplicità che ci fa assaporare la bellezza delle piccole cose. Sono proprio queste “piccole cose” che costituiscono i tasselli di un’esistenza appagante e felice. E cosa c’è di più semplice e di più poeticamente bello se non un fiore? Quando siamo in presenza di un fiore e lo ammiriamo, possiamo risvegliare i nostri sensi più sottili. Stimoliamo la vista, l’olfatto, talvolta anche il tatto se lo sfioriamo dolcemente e, ancora, possiamo ridestare il gusto, nel caso il fiore sia edibile (come le violette, il nasturzio e la calendula, per citare solo alcuni esempi in tal senso). I fiori e il linguaggio che esprimono ci riportano all’essenza più vera e poetica dell’esistenza. Nella loro delicata bellezza nascondono anche la fragilità della Natura. Attraverso queste meditazioni ci riavviciniamo alla Madre Terra, comprendendo quanto sia grande il nostro potere di proteggere o distruggere piccoli o grandi habitat. I fiori esprimono in modo silente la grande biodiversità che caratterizza il nostro splendido pianeta e ci svelano l’immensa rete della vita che collega flora, fauna e mondo umano. Grazie alle Meditazioni con i fiori possiamo percepire più intensamente lo stretto legame con il mondo floreale e con la Natura nel suo complesso. Nel libro andremo oltre il tradizionale significato mito-simbolico dei fiori. Nel percorso meditativo contempliamo i fiori considerando le loro proprietà e i benefici che apportano a livello psichico, emozionale ed energetico.
Notizie

Troppo indipendenti?

Photo: SN
La cultura occidentale considera l’indipendenza una virtù. Fare qualcosa senza chiedere aiuto è un merito. E in una relazione personale, magari voi siete di quelli che si vantano di non avere bisogno della persona vostra partner perché vi assista emotivamente o economicamente. Certamente c’è del valore positivo nell’autonomia. Ma, secondo psicologi e terapisti, se l’idea di indipendenza viene portata a certi estremi, questo atteggiamento può mettersi di traverso nel mantenimento di relazioni sane e può causare molta ansia. C’è anche un termine per questo fenomeno: iperindipendenza, una forma estrema di fiducia in se stessi in cui si evita ogni genere di appoggio sugli altri. Spesso deriva da un’esperienza traumatica, come avere dei genitori inaffidabili da piccoli. Anche vedere la propria fiducia infranta o fare esperienza di tradimento può portare a iperindipendenza, soprattutto se si tratta di eventi subiti ripetutamente. Saper riconoscere la differenza tra una sana indipendenza e l’iperindipendenza può essere complicato: Ma se siete iperindipendenti, imparare a chiedere aiuto ad altri può fare del bene sia alle vostre relazioni che alla vostra salute mentale nel lungo termine. E, in effetti, rendervi più forti.


Spiritual è il primo motore di ricerca spirituale e olistica in Italia e discipline olistiche, punto di riferimento per lo studio, la ricerca e il confronto interiore e spirituale, propone notizie, recensioni su nuovi libri e pubblicazioni olistiche, appuntamenti e corsi.


Corsi yoga, corsi reiki, corsi meditazione, meditazione trascendentale, meditazione vipassana, Corsi di Hatha Yoga, Tantra, Cinque Tibetani, Yoga Nidra, Vinyasa, Corsi Shiatsu, corsi per massaggi, corsi per respirazione, corsi per Osteopatia, corsi per Chiropratica, corsi per Cranio Sacrale, corsi riflessologia, Corso Chakra Balancing, appuntamenti, convegni, conferenze.

Alimentazione Naturale  Spiritualità e New Age  Medicina e Discipline Bio Naturali  Buddismo  Ambiente e Natura  Cristianesimo  Pratiche Spirituali  Ebraismo  Psicologia, Educazione e Formazione  Induismo  Libri, Librerie  Islam  Astrologia  Altre religioni  Divinazione e Numerologia  Maestri Occidentali, Gruppi  Sensitivi, Spiriti-Guida, Medium  Maestri Orientali, Comunità  Oggettistica e Prodotti  Esoterismo  Cultura, Storia, Documenti  Informazione, TV e Radio  Arte e spiritualità  Viaggi, Vacanze, Ospitalità  Miscellanea  No Profit Volontariato Etico 
.

© 1998-2024 Spiritual - Tutti i diritti sono riservati. Spiritual® e Spiritual Search® sono marchi registrati. La riproduzione anche parziale dei contenuti di Spiritual è vietata. Spiritual non è in alcun modo responsabile dei contenuti inseriti dagli utenti, né del contenuto dei siti ad essi collegati.
Società editrice: Gruppo 4 s.r.l. Codice Fiscale, Partita IVA, Reg. Imp. PD 02709800284 - IT - E.U.
E-mail: informa@spiritual.it

Engineered by Gruppo 4 s.r.l.