lun, 04 marzo 2024

Vetrina Appuntamenti:

Viaggio / Vacanza / Ritiro
Dal  13/07/2024  al  20/07/2024
Hatha (yoga)
Lampedusa (AG)
Sicilia
Viaggio / Vacanza / Ritiro
Dal  12/04/2024  al  14/04/2024
Vibrazionali - Energetiche, Tecniche
Bibbona (LI)
Toscana
Viaggio / Vacanza / Ritiro
Dal  29/03/2024  al  01/04/2024
Crescita personale
Emilia Romagna (FC)
Emilia-Romagna
Viaggio / Vacanza / Ritiro
Dal  08/03/2024  al  10/03/2024
Meditazione
Passerano Marmorito (AT)
Piemonte

Notizie in evidenza:

Notizie
Photo: SN
Una nuova ricerca ha confermato l’idea che copiare movenze di ballo “felici” possa migliorare l’umore delle persone e farle sentire più motivate a raggiungere i loro obiettivi. Lo studio, condotto da Eva-Madeleine Schmidt dell’Istituto Max Planck, Germania, è in linea con precedenti risultati che suggeriscono che chiedere alle persone di “saltare di gioia” possa farle sentire più felici, mentre chiedere loro di “crollare sul pavimento dalla tristezza” possa abbattere il loro umore. Schmidt e colleghi hanno usato il database EMOKINE dance stimuli library, che contiene video di sequenze di semplici movimenti di danza create per esprimere diverse emozioni. Un totale di 66 adulti (due terzi donne, età media 36 anni), ha appreso sia le sequenze “felici” che quelle “tristi”, e le ha eseguite. In diversi momenti i partecipanti hanno dato conto del loro umore dando punteggi su una serie di emozioni tra cui rabbia e paura, felicità e tristezza, e quanto motivati si sentissero ad affrontare i loro obiettivi lavorativi. I ricercatori hanno riscontrato che dopo la danza “felice” i partecipanti si sentivano davvero più sereni e più motivati. Dopo la danza “triste”, si sentivano giù di morale. La constatazione che le movenze “felici” e quelle “tristi” influenzino lo stato d’animo dei partecipanti si inserisce nel dibattito in corso che cerca di capire se muovere volontariamente la muscolatura del corpo o della faccia possa effettivamente alterare il modo in cui ci si sente.
Libri, CD, DVD
Sabrina Gatti
"L'anima del colore, come un fuoco eterno che brucia in una notte senza tempo né memoria. Come un raggio di luce nell'oscurità dello spazio infinito, la voce di una piccola goccia di pioggia trasparente, che cade dal cielo azzurro sulle acque incantate dello splendente lago del sempre, la delicata melodia di un sogno, illuminato dal cristallo dell' acqua e del fuoco, dipinto attraverso il cuore dall'emozione di una poesia." Collezione di opere d'arte digitali di Sabrina Gatti
Pubblicazioni e Saggi
Marisa Paschero
"Il simbolo grafico,col quale si rappresenta ogni pianeta, non è privo di interesse :è analizzabile, così come lo è una scrittura.E’ interessante dedicarsi a una ‘grafologia’ del simbolo planetario,che ce ne possa svelare il contenuto." André Barbault Per cominciare a conoscere i segni, i simboli e i glifi di cui parleremo nel libro è necessario familiarizzare con le suggestioni evocative che provengono dalle forme scrittorie di base, che a loro volta concorrono alla formazione delle “immagini grafiche” degli archetipi planetari. Tutti i simboli che incontreremo, dai più semplici ai più complessi, nascono da sette forme elementari che si ripetono come variazioni del punto e della linea. Alcuni di questi simboli (detti aperti) hanno conservato il loro originario significato esoterico: sono la freccia, la spirale e, “simbolo dei simboli”, la croce. Altri simboli (detti chiusi) riproducono forme geometriche, e come tali vengono utilizzati nella magia rituale per la costruzione di sigilli. Altri simboli ancora (detti composti) sono formati da due o più disegni di base. Rappresentano figure più complesse che, sovrapponendosi ed ampliandosi, danno vita ad un vero e proprio linguaggio : i glifi planetari (e anche le lettere dell’alfabeto) possono essere considerati come simboli composti. In particolare, per quanto riguarda i glifi planetari, semplificando possiamo dire che derivano dalla combinazione di tre segni fondamentali corrispondenti alla triade esoterica: il cerchio dello spirito, il semicerchio dell’anima, la croce della materia, a sua volta formata da una linea verticale che rappresenta la mente, e da una linea orizzontale che rappresenta il corpo. Come suggerisce l’astrologo André Barbault : “Occorrerebbe approfondire passo passo la storia delle rappresentazioni grafiche dei simboli planetari, dalle rune scandinave fino alle trasformazioni tipografiche del Rinascimento che ci hanno dato poi le attuali forme”. Il testo è tratto da "Grafologia planetaria. I simboli dell'Universo nella scrittura" di Marisa Paschero. Il capitolo 7 è dedicato ad osservare come le tracce grafiche elementari e le forme scrittorie di base prendono vita negli ideogrammi zodiacali.

Vetrina Profili Pubblici:

Profilo Pubblico
Counseling
Propongo sessioni individuali di sciamanismo, counseling e coaching, psicogenealogia e costellazioni familiari e sessioni di utilizzo delle…
Appuntamenti e corsi:1
Siti web:2
Video:2
Pubblicazioni:0
Profilo Pubblico
Crescita personale
Ricercatrice Spirituale da oltre 20 anni, supporto nello scioglimento di blocchi di varia natura con lo scopo di ritrovare equilibrio ed…
Appuntamenti e corsi:0
Siti web:0
Video:0
Pubblicazioni:0
Profilo Pubblico
Crescita personale
Come nasce il nome del Centro Olistico “Il Laboratorio dell’Anima”? Quando la nostra Anima, il nostro Cuore sono in disarmonia con le…
Appuntamenti e corsi:7
Siti web:2
Video:9
Pubblicazioni:0
Profilo Pubblico
Reiki
Reiki e Sciamanismo presso Centro di Luce Fabiano Reiki Originale secondo il metodo del dr. Mikao Usui, Metodo Avanzato Karuna® Reiki,…
Appuntamenti e corsi:8
Siti web:7
Video:2
Pubblicazioni:0
Profilo Pubblico
Danze sacre, Biodanza, altre
Sono insegnante certificata, mentore, facilitatore e danzatrice della pratica dei 5Ritmi© di Gabrielle Roth Sono nata a Londra nel 1965 e mi…
Appuntamenti e corsi:3
Siti web:0
Video:1
Pubblicazioni:1
Profilo Pubblico
Vibrazionali - Energetiche, Tecniche
Rinascere nel Suono è un Centro di Formazione Suono-Vibrazionale che opera in presenza e online formando da diversi anni Operatori Olistici…
Appuntamenti e corsi:4
Siti web:1
Video:3
Pubblicazioni:0
Profilo Pubblico
Reiki
Faccio corsi Reiki di Primo, Secondo e Terzo livello, eseguo trattamenti Reiki e di Allineamento Armonico Vertebrale.
Appuntamenti e corsi:2
Siti web:0
Video:0
Pubblicazioni:1
Profilo Pubblico
Massaggi orientali e occidentali
MIFAIBENE | Salute | Benessere | Relax Massaggio Arts of Touch® | Shiatsu | Riflessologia | Kobido | Yoga | Pranayama Stare bene non…
Appuntamenti e corsi:5
Siti web:0
Video:3
Pubblicazioni:0

Categorie Siti Web:

Mappa Categorie

Informazione:

Notizie

La dopamina, non solo piacere

Photo: SN
Quello della dopamina è un nome che viene spesso citato nelle conversazioni sulla felicità, la motivazione e la dipendenza. Questo composto chimico è una sorta di messaggero che porta segnali a varie parti del cervello. Segnali che hanno a che fare con l’umore, il sonno, l’apprendimento, la concentrazione e perfino il movimento. Ma il suo ruolo va ben al di là del farci sentire bene: sembra infatti avere una funzione chiave nel renderci adattabili a nuove situazioni. Combinando tecniche di brain imaging con l’assegnazione di compiti specifici a dei soggetti, i ricercatori hanno scoperto che la dopamina, associata sempre alla gratificazione e al piacere, ci aiuta anche a imparare dai nostri errori e a prendere le decisioni più giuste a seconda delle circostanze. In definitiva, la dopamina è profondamente connessa al processo con cui prendiamo delle decisioni, specialmente in quelle situazioni in cui dobbiamo apprendere qualcosa, cambiare comportamento e rielaborare le circostanze con l’arrivo di nuove informazioni.
Pubblicazioni e Saggi

Sacralità della natura e spiritualità naturale…

Paolo D'Arpini
Vorrei solo confermare che io uso il termine spiritualità laica, per indicare la sacralità della vita in senso naturalistico, non essendocene altri disponibili. L’ecologia profonda nasce dalla considerazione di questa sacralità, nel senso più antico del nome, quello anche usato nell’antichità matristica per individuare la “presenza viva” nella materia, in forma di Coscienza. Gli stessi pagani usavano il termine “spiritus loci” per definire l’anima del luogo e non solo del luogo in quanto territorio ma pure dei boschi, dei fiumi, degli animali, etc. Io stesso non saprei che altro nome dare a quella “presenza” e siccome il nome originario è “spirito” credo sia più che giusto usare la parola antica piuttosto che cercarne una nuova, come purtroppo hanno fatto i “bioregionalisti” nordamericani rispetto al più antico “panteismo” (tutto è Dio/Dea). Il maluso del termine “spirito” accreditabile alle religioni patriarcali (giudaismo, cristianesimo, islam) non è ragione sufficiente per rinunciarvi, anzi dobbiamo denunciare l’ipocrisia religiosa che addirittura ed inoltre definisce “laico” un credente di una religione che non è “ordinato” nel sacerdozio, mentre sappiamoi benissimo che il significato originario di “laico” è “al di fuori di ogni contesto e struttura politica e religiosa”. Questo discorso potrebbe proseguire all’infinito, inseguendo possibili dettagli, ma vale la pena? Non è meglio ed “ecologicamente” preferibile vivere in comunione con la “presenza” piuttosto che fare discussioni di lana caprina sui termini politicamente corretti secondo il concetto di "copyright"? Non voglio disquisire sul “sesso degli angeli”. Ripetutamente ho spiegato che il significato che io do alla parola “spirito” è quello più remoto e genuino di “intelligenza/coscienza”, la stessa definita Es nella psicologia transpersonale. Possiamo chiamarla “essenza sottile” della materia… da cui si evince che non può esserci separazione fra la materia e lo spirito. Come può esserci separazione fra la rosa ed il suo profumo? Fra l’umidità e l’acqua? Tra il fuoco e la sua capacità di emettere luce e calore? Paolo D’Arpini


Spiritual è il primo motore di ricerca spirituale e olistica in Italia e discipline olistiche, punto di riferimento per lo studio, la ricerca e il confronto interiore e spirituale, propone notizie, recensioni su nuovi libri e pubblicazioni olistiche, appuntamenti e corsi.


Corsi yoga, corsi reiki, corsi meditazione, meditazione trascendentale, meditazione vipassana, Corsi di Hatha Yoga, Tantra, Cinque Tibetani, Yoga Nidra, Vinyasa, Corsi Shiatsu, corsi per massaggi, corsi per respirazione, corsi per Osteopatia, corsi per Chiropratica, corsi per Cranio Sacrale, corsi riflessologia, Corso Chakra Balancing, appuntamenti, convegni, conferenze.

Alimentazione Naturale  Spiritualità e New Age  Medicina e Discipline Bio Naturali  Buddismo  Ambiente e Natura  Cristianesimo  Pratiche Spirituali  Ebraismo  Psicologia, Educazione e Formazione  Induismo  Libri, Librerie  Islam  Astrologia  Altre religioni  Divinazione e Numerologia  Maestri Occidentali, Gruppi  Sensitivi, Spiriti-Guida, Medium  Maestri Orientali, Comunità  Oggettistica e Prodotti  Esoterismo  Cultura, Storia, Documenti  Informazione, TV e Radio  Arte e spiritualità  Viaggi, Vacanze, Ospitalità  Miscellanea  No Profit Volontariato Etico 
.

© 1998-2024 Spiritual - Tutti i diritti sono riservati. Spiritual® e Spiritual Search® sono marchi registrati. La riproduzione anche parziale dei contenuti di Spiritual è vietata. Spiritual non è in alcun modo responsabile dei contenuti inseriti dagli utenti, né del contenuto dei siti ad essi collegati.
Società editrice: Gruppo 4 s.r.l. Codice Fiscale, Partita IVA, Reg. Imp. PD 02709800284 - IT - E.U.
E-mail: informa@spiritual.it

Engineered by Gruppo 4 s.r.l.