gio, 20 giugno 2024

Vetrina Appuntamenti:

Seminario
Dal  12/10/2024  al  15/06/2025
Osteopatia, Chiropratica, Cranio Sacrale
Parma (PR)
Emilia-Romagna
Viaggio / Vacanza / Ritiro
Dal  13/07/2022  al  17/07/2022
Astanga - Raja (yoga)
Fanano (MO)
Emilia-Romagna
Viaggio / Vacanza / Ritiro
Dal  27/07/2022  al  31/07/2022
Hatha (yoga)
Fanano (MO)
Emilia-Romagna

Notizie in evidenza:

Notizie
Valeria Rendinella
Ricercatrice spirituale
Oggi, 20 giugno 2024 alle 22:51 (ora italiana) assisteremo al Solstizio d’Estate. Il sole si ferma, "Sol-stat", indugia, trattiene il suo respiro, prima di riprendere il suo cammino discendente. La Natura è al suo massimo splendore, tutto è rigoglioso, fiori, piante e frutti. Il seme della nostra rinascita, piantato in tempi freddi, si è sviluppato. È il momento della massima espansione esteriore e di forte connessione con le Energie Spirituali. E noi cosa possiamo fare, per essere in sintonia con ciò che la Vita ci sta porgendo? Possiamo provare ad indugiare un po’ nel vuoto, riflettendo su ciò che desideriamo fare nei prossimi tre mesi, come vogliamo manifestare nel mondo quella Luce che brilla nelle nostre profondità. Basta volgere il viso al Sole, chiudere gli occhi, respirare lentamente e restare armonicamente in attesa. Potranno giungere immagini e intuizioni, in forma di pensieri o flash visivi, che ci indicheranno la “direzione” in questo particolare momento dell’anno. Buon Solstizio! Valeria Rendinella Ricercatrice spirituale
Pubblicazioni e Saggi
Paolo D'Arpini
La spiritualità non appartiene ad alcuna religione; essa è la vera natura dell’uomo. Lo spirito è presente in tutto ciò che esiste, non può quindi essere raggiunto attraverso uno specifico sentiero, poiché esso è già lì anche nel tentativo di perseguirlo. La laicità è la condizione di assoluta “libertà” da ogni forma pensiero costituita, sia essa ideologica o religiosa. “Laikos”, in greco, sta a significare colui che è al di fuori di ogni contesto sociale e religioso, ovvero non appartiene ad alcun ordinamento sociale o confessionale. Quando si parla di ricerca spirituale non si intende il perseguire un sentiero codificato, una normativa fideistica, un’appartenenza ad un credo; il cercatore spirituale è semplicemente colui che guarda sé stesso, colui che riconosce il Tutto in sé stesso e sé stesso come il Tutto. Da questo punto di vista la ricerca spirituale può essere considerata un fatto strettamente personale, quindi il vero cercatore spirituale è assolutamente laico, allo stesso tempo riconosce ciò che è in lui come presente in ogni altra cosa. Conciliare la propria via personale con quella di chiunque altro significa saper fluire senza ostruire, apprendere e trasmettere senza pretendere, insomma si tratta di fare la pace con noi stessi e con gli altri. Questa assoluta libertà comprende anche assoluto amore e rispetto, non essendoci assunzioni di posizioni precostituite e riferimenti assolutistici ad uno specifico sentiero. La Spiritualità Laica è una via in cui non possono esserci dogmi o indicazioni religiose. Questa è la via in cui non si segue nessuna via. Il percorso è completamente assente, nella spiritualità laica ciò che conta è la semplice presenza a se stessi e questo non può essere un percorso ma una semplice attenzione allo stato in cui si è. La coscienza è consapevole della coscienza. Ed è normale che sia così poiché la spiritualità laica non può essere nulla di nuovo ma solo un “modo descrittivo” di un qualcosa che c’è già, infatti se quel qualcosa non ci fosse già che senso avrebbe esserne “consapevoli”? Perciò Spiritualità Laica e Consapevolezza sono la stessa identica cosa. Ma noi sappiamo che la pura consapevolezza di sé è purtroppo spesso macchiata da immagini sovrimposte, create dalla nostra mente, queste immagini sono ciò che noi abbiamo immaginato possa essere la spiritualità. Accettare se stessi come qualcosa di completamente insondabile ed in conoscibile, non riferibile ad alcun assioma di derivazione ideologica o religiosa, significa restare sospesi nel vuoto essendo vuoto. Impossibile poter scorgere i confini del proprio essere. Questa mancanza di identificazione in qualsiasi forma strutturale (di pensiero e non) è contemporaneamente anche la “forza” della laicità spirituale. Non vi sono porti sicuri di approdo, non vi è barca, non c’è un mare, nessuno e nulla da ricercare… solo la corrente della vita, della coscienza, solo il senso di essere presenti. In questa mancanza di condizioni è possibile sentire il nostro io arrendersi, la nostra mente sciogliersi, scoprendo così il “Centro” che in verità non è un centro perché è tutto ciò che è, senza centro né periferia. Il sentire della spiritualità laica è equiparabile al sentire dell’ecologia profonda. Anzi entrambi condividono la piena consapevolezza di appartenere ad un “tutto inscindibile”. L’ecologia profonda prende maggiormente in esame l’aspetto esterno di questo “tutto” mentre la spiritualità laica si occupa dell’aspetto interiore. Attraverso questa integrazione esterno-interno riempiamo una falla enorme nel pensiero e nell’azione. Tutto quel che ci circonda e noi stessi siamo la stessa identica cosa, siamo immersi in noi stessi come acqua nell’acqua eppure continuiamo a comportarci come fossimo separati, disponendo di ciò che riteniamo “sia al di fuori di noi” come fosse “altro” da noi. C’è una meraviglia più grande di questa? Paolo D’Arpini – spiritolaico@gmail.com
Pubblicazioni e Saggi
Sara Valentino
Grafologia planetaria. I simboli dell’universo nella scrittura – SOLE – Scritto il Giugno 8, 2024 Il sole In mezzo a tutti sta il Sole. Chi, infatti, in questo bellissimo tempio, metterebbe codesta lampada in un luogo diverso o migliore di quello, donde possa tutto insieme illuminare? Perciò non a torto alcuni lo chiamano la lucerna del mondo, altri mente, altri reggitore. Trismegisto lo chiama dio visibile, Elettra nella tragedia di Sofocle colui che tutto vede. Così, per certo, come assiso su un trono regale, il sole governa la famiglia degli astri che gli fa da corona. Niccolo’ Copernico Per molti popoli manifestazione della divinità stessa, il Sole, archetipo del maschile, evoca l’idea della luce piena, della sorgente vitale, della creazione, della spiritualità, dell’orgoglio e dell’affermazione di sè. I culti solari sono tra i più remoti: dallo scomparire al risorgere del Sole nasce l’idea dell’eterno ritorno, della vita che si rinnova continuamente, della fine e della rinascita, dell’immortalità consegnata al futuro. Per tradizione i capi, i grandi condottieri, gli imperatori rappresentavano l’incarnazione terrestre del dio Sole, e come tali erano adorati. Al Sole si collegano i numerosi miti: quello di Helios, il bellissimo dio greco della luce, che ogni giorno percorre la volta celeste da oriente a occidente sul suo cocchio di fuoco, a quello di Apollo “il luminoso”, figlio di Zeus, uccisore dei mostri dell’oscurità e portatore del chiarore della conoscenza, dio della musica, della medicina e della divinazione. Come già sappiamo nel disegno dei bambini il Sole rappresenta la figura paterna, e anche nella psicologia del profondo assume questo significato: il padre come principio unico, datore di calore e di vita, “occhio che tutto vede”, che concede ed elargisce nella piena consapevolezza del potere radiante, l’Animus nella sua connotazione di energia vitale, il polo attivo dello yang taoista. La forza del tipo Sole sta nel suo magnetismo personale e nella sua capacità di ascendente sugli altri; il suo peccato capitale è indubbiamente l’orgoglio. Idealista ed entusiasta, capo naturale e dominatore per vocazione, gioca volentieri il ruolo di protettore, ma può sconfinare nell’autoritarismo e diventare tirannico ed eccessivamente esigente, sia con gli altri che con se stesso. Sempre molto selettivo e riservato, raramente si lega di vere e profonde amicizie. A causa della sua presunzione potrà subire amare sconfitte soprattutto nella seconda parte della vita, che risulta essere la più delicata per il tipo Sole mentre la giovinezza è spesso il momento in cui maggiormente “risplende”. Dal punto di vista di Ippocrate, il Sole corrisponde al temperamento bilioso; nella tipologia junghiana si apparenta alle funzioni psichiche dell’intuizione, che permette la comprensione immediata e istintiva, e del pensiero, artefice del giudizio logico. L’elemento del Sole è il Fuoco, per cui nei segni dell’Ariete, del Leone e del Sagittario è considerato in posizione forte. Nella lettura della carta celeste la posizione del Sole definisce il tipo zodiacale e simboleggia il soggetto stesso: dà indicazioni soprattutto sulla sua vitalità, sul suo potenziale, sul suo modo di presentarsi al mondo, sullo stile della sua riuscita personale e sociale. Per approfondire: Se l’Astrologia permette di intravedere il progetto di un’esistenza, la Grafologia ne individua la proiezione nel presente: a questa conclusione è giunta l’Autrice dopo anni di studi. Sì, perché nella scrittura esprimiamo i valori del nostro Tema natale con cui siamo maggiormente in sintonia, quelli che ci sono più familiari e abituali. In questo vero e proprio corso, che lei tiene da tempo anche in presenza, insegna ai lettori a cogliere e a riconoscere “l’essenza del simbolo” nel suo profondo potere trasformativo: una capacità preziosa, benefica, quasi terapeutica. Attraverso una messe di illustrazioni, di esempi grafologici e di esercizi pratici di grafoterapia ci guida in questa esperienza unica, utilizzando le forme evocative e il linguaggio della scrittura. Editore ? : ? Edizioni Mediterranee (14 novembre 2023) Lingua ? : ? Italiano Copertina flessibile ? : ? 360 pagine Septem Literary Chi sono? Sara Valentino, appassionata lettrice e amante di storia, arte e misteri. Sin da ragazza sognavo di diventare archeologa per la mia sfrenata passione per l'Antico Egitto. Leggo per passione e adoro poter parlare delle mie letture. LIBRI e LETTURE Viaggi nella storia

Vetrina Profili Pubblici:

Profilo Pubblico
Spiritismo
Ricercatrice di tesori spirituali, facilitatrice in percorsi evolutivi. Facilitatrice in Costellazioni Sistemiche, (Familiari, Karmiche,…
Appuntamenti e corsi:6
Siti web:0
Video:1
Pubblicazioni:0
Profilo Pubblico
Meditazione
Il mio nome completo in sanscrito è Swami Bodhi Vipal che significa “Momento di consapevolezza”. Mi è stato donato da OSHO, Maestro di…
Appuntamenti e corsi:3
Siti web:1
Video:5
Pubblicazioni:3
Profilo Pubblico
Reiki
Reiki e Sciamanismo presso Centro di Luce Fabiano Reiki Originale secondo il metodo del dr. Mikao Usui, Metodo Avanzato Karuna® Reiki,…
Appuntamenti e corsi:5
Siti web:2
Video:2
Pubblicazioni:0
Profilo Pubblico
Varie, Argomenti diversi
La nostra associazione mette un focus sulla Creatività quale metodo di approccio a varie discipline, in un ottica olistica che le riunisca,…
Appuntamenti e corsi:9
Siti web:1
Video:2
Pubblicazioni:7
Profilo Pubblico
Educazione mentale e benessere psicologico
Psicologa e Terapeuta Olistica. Mi caratterizzano l’impegno e la tenacia nella ricerca e pratica applicata del Reiki, le capacità sviluppate…
Appuntamenti e corsi:3
Siti web:0
Video:0
Pubblicazioni:0
Profilo Pubblico
Shamanesimo
Selene Calloni Williams, è autrice di 28 libri tradotti e pubblicati in diverse lingue, tra i quali i best seller “Wabi Sabi, la bellezza…
Appuntamenti e corsi:2
Siti web:0
Video:18
Pubblicazioni:10
Profilo Pubblico
Varie, Argomenti diversi
Docente di cristalloterapia eterica presso il Centro Studi Pranici fonde la spiritualità con la tecnologia intelligente per rendere l’uomo…
Appuntamenti e corsi:3
Siti web:2
Video:2
Pubblicazioni:0
Profilo Pubblico
Osteopatia, Chiropratica, Cranio Sacrale
Autore di Libri, Dvd, Programmi Tv e Radio. Insegna Osteopatia Fluidica, OsteoGenealogia(osteopatia transgenerazionale)e Osteopatia…
Appuntamenti e corsi:1
Siti web:1
Video:6
Pubblicazioni:2

Categorie Siti Web:

Mappa Categorie

Informazione:

Voci, Pensieri e Poesie

Mnemosine e Lete, archètipi del Femminile

Ass.Socio Cult. LiberArte
L’etimo indoeuropeo svela (e nasconde) alcuni significanti delle parole che spesso nel senso e nella fruizione comune vengono ignorati, talvolta sono superati storicamente, altre volte mistificati. Il termine Memoria non corrisponde al termine Ricordo anche se talvolta vengono assimilati e sovrapposti. Il ri-Cordare parla di attività da “corda-re”, qualcosa da mettere assieme in una trama la Memoria spiritualmente assume tutt’altro senso, è la Memoria che parla della Via del Cuore. La Memoria chiede un immersione, un evocazione, un invocazione e la capacità di non “annegare” dinanzi a ciò che da essa si solleva, ovvero di evitare un accumulo che depaupererebbe il positivo della ri-scoperta. La Memoria ha molto a che fare con l’Inconscio o Astarte, la Notte ove l’orientamento si perde perché questa Dea è Colei che non ammanta di Stelle il Cielo Notturno e un tempo dire questo significava sottolineare che senza stelle si era senza orientamento. Non per caso l’inconscio o non conosciuto, ovvero ciò di cui non si aveva consapevolezza, era (in tempi antichi) qualcosa di associato alle Acque la Memoria (Mnemosine), nelle acque si può vedere o meno, si può galleggiare o rischiare di affondare, qualcosa può trattenerci, nelle acque troviamo sviluppo e sanamento, ma in quello che viene definito come il suo opposto possono inondare, spazzare via ogni cosa, non essere limpide, essere inquinate e melmose. Una Dea presiedeva alle acque della Memoria, questa Dea era Mnemosine una Dea più antica degli olimpici. Mnemosine-Memoria è il tempo, questo era rappresentato da Titanide, senza Memoria non esiste Tempo (non esistono Cicli, e tutto viene descritto e dedotto sulla base di immagini falsate, ovvero acquisite dall’esterno, e l’esterno condiziona…). Senza la Crona (che prevede anche il Ciclo di Lete) tutto si ferma, e diventa fisso, un eterno presente senza trame, perché il ri-Cordare è connesso alla Memoria, ma quest’ultima richiama il ricordo che poi giunge, la Memoria chiede appunto un atto volontario di immersione, in ciò che è più Antico e Ancestrale, Mnemosine chiede questo e grazie a ciò parla di Radici. Il Viaggio in Mnemosine Ovviamente tale attraversamento chiede disvelamenti, ogni persona ha una parte di Psiche in Ombra (Lete, gemella di Mnemosine), avviene per rimozione, per deterioramento, perché è apparentemente facile lasciare in quello spazio al Buio ciò che fa male rievocare, Mnemosine presiede a questo Viaggio, Traversare le sue Acque in Vita è effettivamente faccenda per poche persone, non per caso anche nel mito (già olimpico) si parla delle sue Acque dopo la Morte, e si cade in tale attraversamento, si ricade, si sbaglia, bisogna imparare dagli errori, sono delle Perle che contengono la Saggezza. Le Acque sono quelle Interiori, nel mito olimpico che centralizza la reincarnazione si parla di defunti che possono scegliere, ma nei Sacri Misteri ovvero in ciò che c’era già prima degli olimpici (l’antica Via Matriarcale, Animista e Sciamanica, non a caso Mnemosine è una Titanide, appartiene a quel gruppo precedente agli Dei dell’Olimpo...) la percorrenza della Morte porta ad abbeverarsi nelle Acque di Mnemosine al fine di avere maggiore consapevolezza nella Vita successiva, o meglio, nel Ciclo successivo, perché la Morte non è una fine, ma una Trasformazione. Dia, Ricordati chi Fosti, Evoca te Stessa.
Notizie

Un “hangover” da fitness

Photo: Workout
Lasciarsi andare a qualche bicchiere di troppo non è la sola cosa che ci può far sentire nauseati ed esausti. Anche l’esercizio fisico può dare le stesse sensazioni, il classico “hangover” del giorno dopo un’ubriacatura. E colpisce il 50% delle persone che frequentano le palestre. Secondo il medico americano e consigliere sanitario Clare Morrison, “All’inizio l’esercizio intenso fa deviare il flusso sanguigno via dal sistema digestivo e verso i muscoli, il cuore e i polmoni. Se si mangia abbondantemente prima di muoversi, il cibo non verrà digerito bene e potrebbe provocare nausea, vomito e diarrea. Inoltre il movimento utilizza il glucosio e i depositi di glicogeni, cosa che può portare a nausea, mal di testa e tremore”. Col sudore si perdono sali e liquidi, non è quindi sorprendente che ci si senta un po’ spaesati dopo un workout intensivo. Per evitare tutto ciò basta scaldarsi per alcuni minuti prima, e consentire un cool-down cardiaco graduale alla fine a bassa intensità, per minimizzare l’acidità muscolare del giorno dopo. Meglio potare per un pasto leggero o uno snack prima, lasciando da una a tre ore di tempo all’organismo per digerire il cibo. Questo previene la nausea. Dopo l’esercizio, è bene rimpiazzare i liquidi e il sale dispersi, ed è saggio astenersi dall’alcol, che ha la capacità di rimuovere i sali dal corpo disidratandolo ulteriormente.


Spiritual è il primo motore di ricerca spirituale e olistica in Italia e discipline olistiche, punto di riferimento per lo studio, la ricerca e il confronto interiore e spirituale, propone notizie, recensioni su nuovi libri e pubblicazioni olistiche, appuntamenti e corsi.


Corsi yoga, corsi reiki, corsi meditazione, meditazione trascendentale, meditazione vipassana, Corsi di Hatha Yoga, Tantra, Cinque Tibetani, Yoga Nidra, Vinyasa, Corsi Shiatsu, corsi per massaggi, corsi per respirazione, corsi per Osteopatia, corsi per Chiropratica, corsi per Cranio Sacrale, corsi riflessologia, Corso Chakra Balancing, appuntamenti, convegni, conferenze.

Alimentazione Naturale  Spiritualità e New Age  Medicina e Discipline Bio Naturali  Buddismo  Ambiente e Natura  Cristianesimo  Pratiche Spirituali  Ebraismo  Psicologia, Educazione e Formazione  Induismo  Libri, Librerie  Islam  Astrologia  Altre religioni  Divinazione e Numerologia  Maestri Occidentali, Gruppi  Sensitivi, Spiriti-Guida, Medium  Maestri Orientali, Comunità  Oggettistica e Prodotti  Esoterismo  Cultura, Storia, Documenti  Informazione, TV e Radio  Arte e spiritualità  Viaggi, Vacanze, Ospitalità  Miscellanea  No Profit Volontariato Etico 
.

© 1998-2024 Spiritual - Tutti i diritti sono riservati. Spiritual® e Spiritual Search® sono marchi registrati. La riproduzione anche parziale dei contenuti di Spiritual è vietata. Spiritual non è in alcun modo responsabile dei contenuti inseriti dagli utenti, né del contenuto dei siti ad essi collegati.
Società editrice: Gruppo 4 s.r.l. Codice Fiscale, Partita IVA, Reg. Imp. PD 02709800284 - IT - E.U.
E-mail: informa@spiritual.it

Engineered by Gruppo 4 s.r.l.