sab, 25 maggio 2019

Notizie

La luce blu può danneggiare la pelle

a3.5.19.jpg
La luce blu, nota anche come luce HEV (High Energy Visible light) è quella emessa da computer, tabet e cellulari.
A quanto sembra, la luce blu può indurre stress ossidativo, e l’ossidazione è un danno graduale influtto alla pelle che produce radicali liberi - elettroni instabili che ne accelerano l’invecchiamento.
La luce HEV ha una lunghezza d’onda maggiore della luce UVA e UVB e può penetrare la pelle più a fondo, danneggiandone l’elastina e il collagene che la mantengono tonica e distesa. Se il danno si protrae nel tempo, il risultato sono rughe.
In media passiamo più di 6 ore al giorno esposti alla luce HEV, proteggersi diventa quindi importante. Inoltre la HEV abbassa le difese protettive della pelle e attiva la produzione di melanina, causando pigmentazione. Ma la maggior parte dei consumatori è all’oscuro di quanto la HEV possa danneggiarli.
Limitare il tempo di esposizione ai monitor è un bene per la salute in generale poiché la luce HEV abbassa la produzione di melatonina, l’ormone del sonno. Verificate sui vostri strumenti elettronici la possibilità dell’opzione “luce gialla” e provate a installare un filtro per la luce HEV.

Photo: Licht

Scheda dettagli:

Data: 3 maggio 2019
Fonte/Casa Editrice: Spiritual News

Commenti:

© 1998-2019 Spiritual - Tutti i diritti sono riservati. Spiritual® e Spiritual Search® sono marchi registrati. La riproduzione anche parziale dei contenuti di Spiritual è vietata. Spiritual non è in alcun modo responsabile dei contenuti inseriti dagli utenti, né del contenuto dei siti ad essi collegati.
Società editrice: Gruppo 4 s.r.l. Codice Fiscale, Partita IVA, Reg. Imp. PD 02709800284 - IT - E.U.
E-mail: informa@spiritual.it