ven, 19 luglio 2024

Notizie

Il “cattivo” e noi

a10.11.23.jpg
Non è una novità che i “cattivi” nel campo della fiction esercitino un grande fascino. Si è detto che è per via dei nostri tratti evoluzionistici che siamo portati a comprendere quei personaggi, oltre naturalmente a essere contenti quando i “buoni” hanno la meglio. Ma una nuova ricerca di by Rebecca Krause e Derek Rucker della Northwestern University (USA) apparsa su Psychological Science suggerisce che ci sia dell’altro.
Nella vita reale tendiamo a gradire le persone che sono simili a noi in modo positivo - ad esempio quelle coscienziose, o gentili. Ma la ricerca ha notato che tendiamo ad allontanarci da chi è simile a noi ma possiede anche tratti antisociali - persone magari intelligenti, ma anche ad esempio profondamente manipolative. Si pensa che ciò sia dovuto al fatto che ci sentiamo a disagio nel vedere delle somiglianze tra noi e i “cattivi”.

Photo: SN

Scheda dettagli:

Data: 10 novembre 2023
Fonte/Casa Editrice: Spiritual News

© 1998-2024 Spiritual - Tutti i diritti sono riservati. Spiritual® e Spiritual Search® sono marchi registrati. La riproduzione anche parziale dei contenuti di Spiritual è vietata. Spiritual non è in alcun modo responsabile dei contenuti inseriti dagli utenti, né del contenuto dei siti ad essi collegati.
Società editrice: Gruppo 4 s.r.l. Codice Fiscale, Partita IVA, Reg. Imp. PD 02709800284 - IT - E.U.
E-mail: informa@spiritual.it

Engineered by Gruppo 4 s.r.l.