ven, 12 luglio 2024

Notizie

I ricordi migliori delle vacanze

a18.8.23.jpg
Secondo una nuova ricerca l’uso di una seconda lingua quando si è in vacanza può migliorare i ricordi del viaggio. A quanto pare, le abilità linguistiche fanno ben di più che aiutarci a cavarcela in un paese straniero.
Leigh H. Grant e colleghi della University of Chicago hanno studiato un gruppo di cinesi parlanti mandarino come prima lingua e secondariamente anche inglese. Nel corso di due esperimenti hanno notato che quando i partecipanti usavano l’inglese avevano meno possibilità di sviluppare dei falsi ricordi.
Una spiegazione possibile è che in una lingua straniera ci vuole un po’ di più per processare le informazioni, e che quindi le persone siano meno inclini ad avere reazioni veloci, intuitive e potenzialmente affette da luoghi comuni. E’ più probabile invece che si dedichino a decisioni più lente, più consapevoli e accurate.
Tali risultati hanno delle implicazioni non solo per la nostra comprensione dei processi della memoria, ma anche dei riflessi pratici per quei milioni di persone nel mondo che parlano due o più lingue.
Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Experimental Psychology: General.

Photo: SN

Scheda dettagli:

Data: 18 agosto 2023
Fonte/Casa Editrice: Spiritual News

© 1998-2024 Spiritual - Tutti i diritti sono riservati. Spiritual® e Spiritual Search® sono marchi registrati. La riproduzione anche parziale dei contenuti di Spiritual è vietata. Spiritual non è in alcun modo responsabile dei contenuti inseriti dagli utenti, né del contenuto dei siti ad essi collegati.
Società editrice: Gruppo 4 s.r.l. Codice Fiscale, Partita IVA, Reg. Imp. PD 02709800284 - IT - E.U.
E-mail: informa@spiritual.it

Engineered by Gruppo 4 s.r.l.