ven, 18 settembre 2020

Notizie

Giorni brevi, meno luce

a11.9.20.jpg
I giorni che si accorciano visibilmente possono farci sentire giù di morale.
Il SAD (Seasonal Affctive Disorder), ovvero disturbo emotivo stagionale, è un problema dell’umore che porta episodi depressivi associati al variare della quantità di luce dettata dalla stagione. I biologi pensano che poiché gli organismi viventi si sono evoluti per cambiare stagionalmente, può essere normale per le persone subire delle variazioni dei ritmi biologici, come anche del sonno o dell’appetito.
Il SAD è stato identificato per la prima volta negli anni ’80. Nei dieci anni successivi i ricercatori sono riusciti a capirne qualcosa di più e a mettere a punto una terapia relativamente semplice, che fa uso di luci molto forti.
I ricercatori hanno ipotizzato che la sua tipica comparsa nei mesi invernali abbia a che fare con la ridotta esposizione alla luce solare. L’ovvio passo successivo è stato quindi di alzare artificialmente l’intensità di luce a disposizione delle persone per renderlo simile a quello esterno. E ha funzionato.
La fototerapia, con esposizioni mattutine a luci artificiali di 10-20 volte più brillanti di quelle consuete, sembra anche in grado di alleviare la depressione.

Photo: PH

Scheda dettagli:

Data: 11 settembre 2020
Fonte/Casa Editrice: Spiritual News

Commenti:

© 1998-2020 Spiritual - Tutti i diritti sono riservati. Spiritual® e Spiritual Search® sono marchi registrati. La riproduzione anche parziale dei contenuti di Spiritual è vietata. Spiritual non è in alcun modo responsabile dei contenuti inseriti dagli utenti, né del contenuto dei siti ad essi collegati.
Società editrice: Gruppo 4 s.r.l. Codice Fiscale, Partita IVA, Reg. Imp. PD 02709800284 - IT - E.U.
E-mail: informa@spiritual.it