sab, 17 novembre 2018

Notizie

Silenzio per favore!

26.10.18.jpg
Numerose oasi di contemplazione silenziosa stanno attirando in giro per il mondo una nuova generazione di viaggiatori dediti al mindfulness. Luoghi dove non si parla, che aiutano a disintossicarsi dal rumore della vita.
La duecentesca abbazia di Pluscarden vicino a Elgin, in Scozia, accoglie chiunque a prescindere dal credo. Si può assistete al canto gregoriano o unirsi alle preghiere alle 4 del mattino. Ci sono 14 celle per uomini e 10 per donne, con letto, bacinella, tavolo e bagni in comune.
Immersi nella Dordogne in Francia, millennials e gente dalla Silicon Valley si incontrano al momento dei pasti vegani e indagano sul senso della vita. Il monastero buddista è il più grande del Plum Village, un collettivo globale di centri buddisti il primo dei quali venne fondato dall’attivista per la pace e maestro zen Thich Nhat Hanh. E’obbligatorio fare 90 minuti di lavori domestici al giorno. I ritiri vanno da una settimana a dieci giorni. Vengono offerte meditazioni guidate e passeggiate in silenzio.
La filosofia al Wat Suan Mokkh in Tailandia vicino all’aeroporto Surat Thani è semplice, si dorme sul cemento come veri monaci e le zanzare non si ammazzano. Tutto è sacro. Abbandonate ogni cosa che vi collega alla vita moderna: libri, kindle, cellulari… Il fine ultimo qui è migliorarvi la memoria, rallentare il battito del vostro cuore e instillarvi una grande calma.

Photo: Armor

Scheda dettagli:

Data: 26 ottobre 2018
Fonte/Casa Editrice: Spiritual News

Commenti:

© 1998-2018 Spiritual - Tutti i diritti sono riservati. Spiritual® e Spiritual Search® sono marchi registrati. La riproduzione anche parziale dei contenuti di Spiritual è vietata. Spiritual non è in alcun modo responsabile dei contenuti inseriti dagli utenti, né del contenuto dei siti ad essi collegati.
Società editrice: Gruppo 4 s.r.l. Codice Fiscale, Partita IVA, Reg. Imp. PD 02709800284 - IT - E.U.
E-mail: informa@spiritual.it