ven, 09 dicembre 2022

Salviamo il tacchino" e ringraziamo Dio in modo non cruento

Appello del Circolo vegetariano VV.TT. ai simpatizzanti americani in occasione del Thanksgiving Day

Tacchino
Il Thanksgiving Day è una festa annuale celebrata negli USA per ringraziare la Divinità per il raccolto che ha consentito la sopravvivenza durante l'anno. L'evento si svolge il quarto giovedì del mese di novembre, che nel 2016 cade il 24 novembre.

Anche stavolta il Circolo vegetariano VV.TT. ha invitato i numerosi simpatizzanti residenti negli USA (ogni giorno sono centinaia i lettori statunitensi del nostro notiziario Il Giornaletto di Saul) ad evitare la barbara ed incongrua usanza di sgozzare un tacchino per ringraziare Dio dei doni ricevuti dalla terra.

Abele, che viene spacciato come il figlio "buono" di Adamo ed Eva, era in realtà un carnefice che sgozzava animali per offrirne le carni all'arconte Jawè, mentre il fratello Caino, definito il "cattivo", si limitava ad offrire i frutti della terra. La leggenda biblica narra che Caino uccise Abele per gelosia, poiché si dice che Jawè preferisse l'odore della carne bruciata al profumo dei frutti della terra ma io non credo che sia andata così.

La vicenda come è stata narrata nel litolibro serve solo a giustificare le abitudini predatorie della tribù degli ebrei, pastori nomadi in continua lotta contro i pacifici agricoltori filistei i quali accusarono (con la simbologia descritta nella bibbia) quei contadini di aver difeso le loro messi dalle devastazioni dei loro campi, descrivendo Abele come una "vittima", ma sicuramente un ladro ed un assassino, per ammantarsi dell'immagine di un presunto "martirio" da loro subito.

Questa breve rievocazione psicostorica è comunque utile per ricordare ai devoti americani che non è bello sacrificare le vite di innocenti tacchini per ingraziarsi un presunto dio con l'olezzo di orridi arrosti.

Ognuno rifletta su quel che si immette nell'organismo sotto forma di cibo. La considerazione e attenzione che dimostriamo sono un’indicazione della propensione verso una dieta naturale e verso la presa di coscienza ecologista e morale. Infatti la cosa importante è essere consapevoli e non ingozzarsi a spese altrui solo per motivi di ghiottoneria.

Invito perciò gli amici americani di interrompere la pessima abitudine di festeggiare il Giorno del Ringraziamento con l’uccisione di milioni di tacchini. Il nostro motto per il Thanksgiving è “Salviamo il Tacchino”.

Paolo D'Arpini

Circolo vegetariano VV.TT.
Via sacchette, 15/a - Treia (Mc)
Tel. 0733/216293

Scheda dettagli:

Data: 24 novembre 2016Autore: Paolo D'Arpini
Fonte/Casa Editrice: Paolo D'Arpini

Commenti:

Profilo Pubblico di:

Paolo D’Arpini - Circolo vegetariano VV.TT.

Nella mia vita non ho mai avuto un dono spiccato per la modestia, ho sempre considerato me stesso e la mia opera come un degno percorso evolutivo. Abitando a Verona avevo già collaborato, nel 1967-68, ad una rivista locale che si chiamava Verona Beat, un cult tipico di quegli anni, ebbi la fortuna…

Vegetariani
Appuntamenti e corsi:0
Siti web:0
Video:0
Pubblicazioni:472

Dello stesso autore: 

© 1998-2022 Spiritual - Tutti i diritti sono riservati. Spiritual® e Spiritual Search® sono marchi registrati. La riproduzione anche parziale dei contenuti di Spiritual è vietata. Spiritual non è in alcun modo responsabile dei contenuti inseriti dagli utenti, né del contenuto dei siti ad essi collegati.
Società editrice: Gruppo 4 s.r.l. Codice Fiscale, Partita IVA, Reg. Imp. PD 02709800284 - IT - E.U.
E-mail: informa@spiritual.it