lun, 25 gennaio 2021

Notizie

Natura selvaggia

a8.1.21.jpg
Il “ragazzo selvatico di Averon, chiamato Victor dal medico Jean-Marc Itard, venne trovato nel bosco di Aveyron nel sudovest della Francia nel 1800. Aveva 11 o 12 anni, e si pensa che abbia vissuto lì per parecchi anni.
Per gli psicologi e i filosofi dell’epoca VIctor divenne una sorta di “esperimento naturale” incentrato sul quesito di quanto natura e cultura determinino il carattere degli umani. Come era stato influenzato dalla mancanza di input umani nella sua infanzia?
Quelli che sostenevano l’idea del “buon selvaggio”, non corrotto dalla civiltà moderna, rimasero delusi: il ragazzo era sporco, scarmigliato, defecava dove capitava ed era soprattutto motivato dalla fame.
Victor divenne famoso quando venne portato a Parigi da Itard, che si impegnò nella missione di insegnare la civiltà al ragazzo selvatico. Il programma ebbe risultati discontinui: Victor non imparò mai a parlare fluentemente ma imparò a vestirsi, a usare la toilette, a scrivere alcune lettere dopo aver acquisito una comprensione molto basilare del linguaggio.
La storia di Victor ha ispirato il romanzo “Il ragazzo selvaggio” del 2004, adattato per il cinema nel 1970 nel film “Il bambino selvaggio”.

Photo: WMedia

Scheda dettagli:

Data: 8 gennaio 2021
Fonte/Casa Editrice: Spiritual News

Commenti:

© 1998-2021 Spiritual - Tutti i diritti sono riservati. Spiritual® e Spiritual Search® sono marchi registrati. La riproduzione anche parziale dei contenuti di Spiritual è vietata. Spiritual non è in alcun modo responsabile dei contenuti inseriti dagli utenti, né del contenuto dei siti ad essi collegati.
Società editrice: Gruppo 4 s.r.l. Codice Fiscale, Partita IVA, Reg. Imp. PD 02709800284 - IT - E.U.
E-mail: informa@spiritual.it