lun, 28 novembre 2022

L’incanto del colore – Counseling e Arteterapia
Parte III

(rang ka jaadoo -paraamarsh aur kala chikitsa)

Endless_walz_-_Copia_-_Copia_minipitturiamo.jpg
In arte terapia il colore, diviene espressione dell'anima, riflesso dell'inconscio e delle emozioni racchiuse nel cuore, spesso alla mente stessa sconosciute, ma che attraverso di esso, si rivelano, abbattendo i blocchi interiori e permettendo di conoscere meglio l'intimità profonda del proprio essere, e le reazioni collegate alle esperienze, positive o negative incontrate lungo il cammino dell'esistenza. Quindi è proprio incontro, la parola chiave, che tutto definisce e tutto in sé racchiude, perché non più solo la scelta, o la visione passiva, attraverso gli occhi o l'opera altrui, ma proprio l'incontro dal vivo, con l'uso , il contatto diretto con il colore, nella sua più materica delle dimensioni, che la forma prendono d'uno specchio, in cui l'essenza più pura e perfetta del proprio io si riflette.
Ogni colore, un incontro, un messaggio un nuovo viaggio attraverso l'anima...

Viola
Sahasrara (''dai mille petali'' qundi infinito)
''Serenità, armonia perfetta con l’eterno, spirito e materia, unione con l’infinita spiritualità dell’universo. Non più semplice estraniazione, ma distacco totale, la pace interiore prende il sopravvento sulle tensioni che opprimono l’anima ad ogni pensiero, ad ogni emozione che giunge dall’esterno. Rabbia, ansia, tensione, sono parole completamente prive di significato, tutto svanisce, nella delicata sfumatura del  colore che è il sorriso dell’infinito sul mondo: il viola.''

L'esperienza di lavorare con il viola risulta a suo modo particolarmente coinvolgente. Pur non toccando i colori con le mani ma limitandosi a mescolarli ruotando semplicemente il foglio, cioè affidando al caso la composizione del colore definitivo. Il rosso tinta forte, del sangue e della passione, il blu colore freddo della calma , della serenità ma anche riflessione e della malinconia. Uniti insieme donano il colore della spiritualità. Sahasrara, il chakra della corona il collegamento con il mondo dello spirito, con i processi segreti dell'io. Lavorare con il colore provoca un senso forte di autocoscienza, di comprensione nuova del profondo dell'essere. Il viola che si crea come alchimia perfetta di entrambi i colori, intima percezione, rivelazione di una consapevolezza arcana, già presente dal primo sorriso rivolto al mondo, ma mai compresa a pieno , di un bilanciamento tra la volontà di coinvolgersi nelle situazioni della vita e il desiderio di distaccarsene, di non far parte dell'esistenza, del mondo circostante, per leggere qualcosa di diverso, per legarsi maggiormente alla spiritualità degli eventi, al lato psicologico della vita, ricercando qualcosa di più. Entrare in contatto con il colore viola ha il significato di conoscere se stessi,di entrare maggiormente in contatto con le profondità più misteriose e sconosciute dell' io, riscoprendo la propria forza interiore e conoscendone sia l'energia quiescente che la stabilità e l'equilibrio, che dentro il cuore contemporaneamente albergano, come la capacità segreta, di affrontare le avversità facendosi dominare dalle emozioni, o la lucidità mentale con la quale fronteggiare gli ostacoli che la vita pone ogni giorno sul nostro cammino.

Scheda dettagli:

Data: 19 novembre 2022Autore: Sabrina Gatti
Fonte/Casa Editrice: Illustrazione: ''Endless walz'' di Sabrina Gatti

Commenti:

Profilo Pubblico di:

Sabrina Gatti

Descrizione non inserita dall'utente.

Counseling
Appuntamenti e corsi:0
Siti web:1
Video:0
Pubblicazioni:26

Dello stesso autore: 

© 1998-2022 Spiritual - Tutti i diritti sono riservati. Spiritual® e Spiritual Search® sono marchi registrati. La riproduzione anche parziale dei contenuti di Spiritual è vietata. Spiritual non è in alcun modo responsabile dei contenuti inseriti dagli utenti, né del contenuto dei siti ad essi collegati.
Società editrice: Gruppo 4 s.r.l. Codice Fiscale, Partita IVA, Reg. Imp. PD 02709800284 - IT - E.U.
E-mail: informa@spiritual.it