mer, 22 novembre 2017

Notizie

Con gli amici

a8.9.17.jpg
I media di tutto il mondo continuano a dar notizia di quella che viene chiamata l’epidemia della solitudine, e che rappresenta un vero rischio per la salute. Ci sono evidenze scientifiche che confermano che le relazioni sociali sono un bisogno umano fondmentale, e che sono cruciali per il benessere e la sopravvivenza. Sembra inftti che la solitudine e l’isolamento sociale siano collegati a depressione, declino cognitivo, diminuita mobilità e morte precoce.
La qualità delle nostre amicizie è il più affidabile fattore di previsione della nostra felicità. L’isolamento infatti diminuisce le difese immunitarie, alza la pressione, disordina il ritmo del sonno e può far male come fumare quindici sigrette al giorno. Secondo gli autori di uno studio, la solitudine può aumentare la nostra mortalità del 30%, inoltre “l’aumento del rischio di mortalità derivato dalla mancanza di relazioni sociali è maggiore di quello dell’obesità”.
Una delle cose che salva le persone dalla depressione è appunto una rete di connessioni sociali. Più attività sociali abbiamo, più amici, più occasioni abbiamo di tenere attivi corpo e mente, più protezione abbiamo contro il disagio mentale. Una serata con gli amici si può fare a ogni età, e funziona.
L’economista John Maynard Keynes, intervistato in età anziana, disse che aveva un rimpianto nella vita: non aver bevuto più champagne. Un consiglio da seguire, e non da soli.

Photo: Drive

Scheda dettagli:

Data: 8 settembre 2017
Fonte/Casa Editrice: Spiritual News

Commenti:

© 1998-2017 Spiritual - Tutti i diritti sono riservati. Spiritual® e Spiritual Search® sono marchi registrati. La riproduzione anche parziale dei contenuti di Spiritual è vietata. Spiritual non è in alcun modo responsabile dei contenuti inseriti dagli utenti, né del contenuto dei siti ad essi collegati.
Società editrice: Gruppo 4 s.r.l. Codice Fiscale, Partita IVA, Reg. Imp. PD 02709800284 - IT - E.U.
E-mail: informa@spiritual.it